dal 30 marzo al 6 aprile 2019
31 Marzo 2019
III di Quaresima – In famiglia
31 Marzo 2019

Commento al Vangelo del 31/03/2019

Commento  di d. Federico Zanetti

Il problema di questi due figli è che entrambi non sono in grado di comprendere il loro padre. Non possono ascoltare il suo amore, percepire la sua volontà nei loro confronti. La fraintendono fino a prendere libere decisioni di allontanarsi.

Il Padre però li invita entrambi alla festa della vita. Non ha paura di perdere i suoi beni, darli al figlio scapestrato. O spenderli in festa… perché il suo figlio minore è tornato, e il maggiore ha una occasione per ricuperare suo fratello.

Il padre dà i suoi beni al minore e lascerebbe anche il maggiore prendere ciò che vuole: sa che, se non condivide con i suoi figli i beni che ha, può buttarli via perché non gli servono ad altro. Per questo spreca tanto per festeggiare: non serve accumulare ricchezze se non si pos­sono mettere in gioco per accogliere il figlio o per far fare la pace ai fratelli.

Il Padre ci chiede di condividere (dare e ricevere) i nostri beni, i nostri diritti: gioire per la vita e la dignità dei fratelli, anche i più poveri, è uno dei doni che si ricevono in Paradiso. E supplica i figli che lo ascoltino e si vengano incontro. Questo anche per il nostro impegno verso i bisognosi.