17 Marzo 2019
16 Marzo 2019
17/03/2019
16 Marzo 2019

Commento al Vangelo del 17/03/2019

Commento

Prima della sua Passione Gesù vuole rassicurare i suoi discepoli mostrando loro la sua gloria: la Trasfigurazione. È lui l’essere di luce che dialoga con la legge e i profeti.

Gesù condivide con i discepoli il mistero della sua persona: vedono chi è e questa luce do­vreb­be aiutarli ad affrontare il buio con più speranza.

Ma c’è di più, ed è per questo che vengono invitati ad ascoltarlo. Gesù, Elia e Mosé parlano del suo “esodo” che sta per compiersi a Geru­sa­lemme. È un accenno al passo più difficile che i discepoli devono fare per conoscere vera­mente il Messia e condividere la sua missione di servizio.

Bisogna davvero mettersi in ascolto di Gesù, cogliere il suo grande desiderio di condividere con noi tutto, anche la morte. Solo così possiamo cogliere la grandezza della croce, che non è una forzatura ma il modo più naturale di vivere l’amore fino in fondo.

Siamo chiamati anche noi, pur “oppressi dal son­no”, a cogliere il segreto di questa con­di­vi­sio­ne a servizio che siamo chiamati a imitare: an­che noi saremo trasfigurati (2 a lettura). Uniti a lui capiremo meglio come il muoversi verso i poveri sia questione di “gloria” e non solo di elemosina. Ascoltiamo l’eletto.                      d. Federico Zanetti