Il vero testimone
25 Giugno 2017
MATURANDI E STUDENTI UNIVERSITARI
25 Giugno 2017

La pausa estiva come occasione per curare corpo e spirito

L’estate è un tempo di riposo in cui normalmente si rallentano o si abbandonano del tutto quelle attività che ci hanno accompagnato nel corso dell’intero anno. Il riposo spesso diventa sinonimo di ozietà e di accidia. La nostra società ci ha abituato a seguire ritmi frenetici alternati a momenti di assoluto lassismo nei tempi di vacanza.                 È proficuo domandarsi qual è il senso cristiano del riposo. Questa domanda, apparentemente banale e scontata, rivela lo verità del nostro spirito.  Infatti, concepire il riposo come assenza totale di impegni, come rifiuto di pensare ai vari problemi della vita, è una maniera poco rilassante di concepire la pausa estiva. Anche se gli sforzi della propria professione vengono accantonati, restano gli impegni della vita familiare. La famiglia non va mai in vacanza: essere madre e padre è un mestiere che non conosce tramonto.

Il vero riposo cristiano nasce da tre elementi; avere momenti di intimità con il Signore, offrire il  servizio della carità al prossimo, vivere la speranza come compimento della promessa di Dio.