Festa di Sant’Agostino
19 Agosto 2017
Quando Gesù dice no a chi lo prega
19 Agosto 2017

Insistette e bussò

Questa donna cananea, che ci viene raccomandata dalla lettura evangelica, ci offre un esempio d’umiltà, ci indica la via della fede e ci mostra come innalzarci dall’umiltà fino alle altezze. Essa, come appare chiaro, non proveniva dal popolo di Israele, da cui venivano i patriarchi, i profeti, i genitori del Signore nostro Gesù Cristo secondo la carne e la stessa vergine Maria che generò Cristo. Questa donna non apparteneva a questo popolo, ma proveniva dalle genti. Infatti, come abbiamo udito, il Signore si era ritirato nella regione di Tiro e di Sidòne. La donna cananea era venuta da quei territori e chiedeva con insistenza il dono della guarigione per sua figlia che era gravemente tormentata dal demonio. Tiro e Sidòne non erano città appartenenti al popolo di Israele, ma alle genti, sebbene fossero vicine a quel popolo. La cananea, desiderosa di ottenere quell’opera buona, gridava e bussava alla porta con forza, ma Cristo non le dava retta e [così faceva] non per rifiutarle la misericordia, ma per infiammarne il desiderio e non solo perché fosse più ardente il desiderio ma, come ho detto prima, perché fosse lodata ai nostri occhi la sua umiltà. Gridava come se il Signore non la sentisse, mentre egli predisponeva in silenzio ciò che intendeva fare. I discepoli pregarono per lei il Signore e dissero: «Mandala a casa, perché ci vien dietro gridando» (Mt 15,23). Ma egli rispose: «Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele» (Mt 15,24). […] Il Signore non era stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele, ma poiché anche popoli che non lo conoscevano lo avrebbero servito e lo avrebbero ascoltato, mentre si trovava lì non fece silenzio neanche su quello. In un passo il Signore stesso dice: «Ho anche altre pecore che non sono di questo ovile; anche queste io devo condurre affinché siano un solo gregge e un solo pastore» (Gv 10,16). Una di queste pecore era la donna cananea; per questo motivo non veniva trascurata, ma il compimento del suo desiderio era differito. «Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele», ma quella continuava a gridare, insisteva, bussava, come se già avesse udito dire: «Domanda e riceverai; cerca e troverai; bussa e ti sarà aperto» (cfr. Mt 7,7). E lei insistette e bussò.              ( Agostino D’Ippona, Discorsi 77)