dal 20 Maggio 2019
23 Maggio 2019
19 Maggio 2019
23 Maggio 2019

INDICAZIONI per la SCELTA di PADRINI e MADRINE

Il Padrino e la Madrina per il Battesimo o la Cresima hanno una lunga storia che risale agli inizi del Cristianesimo, quando le famiglie non erano cristiane ed era necessario affiancare al catecumeno una persona della comunità cristiana che lo accompagnasse nel cammino verso i sacramenti e poi nella vita di fede. Gradualmente dalla scelta fatta dalla comunità, si è passati alla quella della famiglia o del cresimando, ma ciò non cambia il senso e il compito del padrino: essere testimone e padre nella fede. Quindi, per la scelta dei padrini o madrine (indifferentemente uno o l’altro per ragazzo/a) si tenga presente quanto segue:

  • padrini e madrine non possono essere i genitori;
  • devono aver compiuto almeno 16 anni e essere cresimati;
  • essere consapevoli dell’impegno che si assumono
  • vivere il più possibile in maniera conforme al Vangelo, per essere testimoni di una vita di fede per i bambini o i giovani; perciò non devono essere conviventi, sposati solo civilmente o divorziati-risposati o divorziati-conviventi (i soli separati o divorziati possono, invece, fare da padrini o madrine).
  • i padrini o le madrine, se non residenti nella nostra parrocchia, presentano un “certificato d’idoneità” timbrato e firmato dal parroco di residenza.