SANTE MESSE SETTIMANALI ( dal 27 dicembre 2015 al 03 gennaio 2016)
26 Dicembre 2015
la benedizione del primo dell’anno
26 Dicembre 2015

festa delle famiglia

DOMENICA 27 – FESTA DELLA S. FAMIGLIA

Alla messa delle 10.30 sono invitate le famiglie( genitori e figli) per ricordare il loro anniversario e per una particolare benedizione. Ci sarà una preghiera anche per chi attende un bambino, e anche per le coppie in difficoltà.

ISCRIZIONI AL CONCORSO PRESEPI

(oggi terminano)

CREDO NELLA FAMIGLIA

Credo nella famiglia, o Signore:
quella che è uscita dal tuo disegno creativo,
fondata sulla roccia dell’amore eterno e fecondo;
tu l’hai scelta come tua dimora tra noi,
tu l’hai voluta come culla della vita.

Credo nella famiglia, o Signore:
anche quando nella nostra casa
entra l’ombra della croce,
quando l’amore perde il fascino originario,
quando tutto diventa arduo e pesante.

Credo nella famiglia, o Signore:
come segno luminoso di speranza
in mezzo alle crisi del nostro tempo;
come sorgente di amore e di vita,
come contrappeso alle molte aggressioni
di egoismo e di morte.

Credo nella famiglia, o Signore:
come la mia strada verso la piena realizzazione umana
come la mia chiamata alla santità,
come la mia missione per trasformare il mondo
a immagine del tuo Regno. Amen.

(E.M.)

Beati voi, sposi!

Beati voi, sposi, che nel Signore vi amate con un cuore nuovo e puro, poiché Dio vi ama per primi e voi lo vedrete.

Beati voi, sposi, che con trepidazione accogliete la missione misteriosa e responsabile di trasmettere e custodire la vita umana, poiché Dio vi fa collaboratori della sua onnipotenza a servizio dell’amore.

Beati voi, sposi e genitori, che con gioia e gratuità date il meglio di voi stessi ai figli e ai giovani, poiché Dio educa i suoi figli per mezzo di voi.

Beati voi, sposi che scegliete l’essenzialità poiché Dio e le persone sono la vostra inesauribile e salda ricchezza.
Beati voi, sposi, che sapete confortare chi è nel dolore, perché sarete consolati.

Beati voi, sposi nel dolore, beati voi, coniugi soli, poiché il Signore Gesù, il risorto che porta nel suo corpo glorioso i segni dei chiodi, fascia le vostre ferite e prepara i giorni del ricongiungimento.

Beati voi, sposi e famiglie, che ospitate Dio nei cuori e nella vostra casa; beati voi, sposi e famiglie, che amate la Chiesa come una sposa e una madre, poiché il Signore “si fermerà a cena con voi” e sarà la vostra pace.

Beati voi, sposi e famiglie, che sperimentate la debolezza e il peccato, poiché il Signore Gesù, morto per togliere i peccati, non vi condanna, ma sostiene i vostri passi e apre la vostra coscienza e i vostri occhi alla
speranza di una vita nuova.

Beati voi, sposi e famiglie che non avete paura di donare la vostra vita e di servire generosamente, poiché il Signore “vi invita a tavola e passa a servirvi”.