Indicazione e suggerimenti per la Settimana Santa

Vescovo Mons. Giuseppe Pellegrini
Comunicato del Vescovo per la Settimana Santa
3 Aprile 2020
Messaggio di don Marino del 05/04
5 Aprile 2020

Indicazione e suggerimenti per la Settimana Santa

Piange il cuore a me, ai miei collaboratori e a tutti i sacerdoti, dovervi dare queste indicazioni necessarie. Sono consapevole che tanti in questi tempi desiderano accostarsi ai sacramenti e partecipare intensamente alle varie celebrazioni, ma il momento che stiamo vivendo, grave e tragico, chiede a tutti di stare in casa, proprio per evitare il contagio e permettere che la situazione possa risolversi al più presto. Non è in pericolo la fede, ma siamo in pericolo noi tutti. Proteggiamoci e proteggiamo chi ci è accanto. 

Viste le indicazioni della Congregazione per il Culto Divino, della Conferenza Episcopale Italiana e Triveneta e la Nota del Ministero dell’Interno,

STABILISCO QUANTO SEGUE

 a. INDICAZIONI GENERALI 
  • Le CHIESE rimangano aperte: i fedeli che per “comprovate esigenze lavorative” o “per situazioni di necessità” escono dalla loro abitazione possono entrare in numero limitato in una chiesa situata lungo il percorso per la preghiera personale, evitando raggruppamenti e osservando le misure sanitarie. È necessario portare sempre con sé l’autocertificazione. 
  • Ogni PARROCO è invitato a celebrare nella propria chiesa parrocchiale secondo le disposizioni del presente decreto. I parroci di più parrocchie decidano in quale chiesa celebrare, evitando la duplicazione delle Si eviti la concelebrazione qualora non sia possibile rispettare le misure sanitarie. I presbiteri che normalmente vivono insieme possono concelebrare nel rispetto delle misure sanitarie, a partire dalla distanza fisica.

  • La celebrazione delle CRESIME e delle PRIME COMUNIONI, in accordo con i Vescovi del Triveneto, viene rinviata a data da destinarsi nel momento in cui sarà cessata l’emergenza e saranno tolte le restrizioni attualmente in vigore. Ulteriori indicazioni su questo tema saranno affidate a successive comunicazioni, pertanto ora è opportuno attendere per fissare la nuova data. Si abbia cura che i cammini catechistici possano avere una qualche forma di continuità attraverso l’utilizzo dei mezzi di comunicazione
  • I MATRIMONI in chiesa si possono celebrare alla sola presenza del celebrante, dei nubendi e dei testimoni nel rispetto delle prescrizioni sulle distanze 
  • Per la SEPOLTURA dei defunti ci si attenga alle indicazioni già in atto
  • Le TRASMISSIONI. Nel caso la Parrocchia trasmetta le celebrazioni, si curi che avvengano in diretta (non in differita) e in maniera accurata e dignitosa. 
  • La CONFESSIONE PASQUALE. Poiché si verifica l’impossibilità di celebrare il sacramento della penitenza per evidenti ragioni di prudenza, si ricorda quanto dice il Catechismo della Chiesa Cattolica al n. 1452, ovvero che qualora i fedeli si trovassero nella dolorosa impossibilità di ricevere l’assoluzione sacramentale “una sincera richiesta di perdono accompagnata dalla ferma risoluzione di ricorrere, appena possibile, alla confessione sacramentale, ottiene il perdono dei peccati, anche mortali”. A tal proposito di seguito troverete il testo dell’ATTO DI DOLORE PERFETTO del Beato Padre Marco d’Aviano. 
  • Pur nel dolore di non poter assolvere al precetto pasquale, si invitino i fedeli a vivere la loro unione con Cristo attraverso la COMUNIONE SPIRITUALE quando partecipano alle celebrazioni eucaristiche

 

b.      PER LA SETTIMANA SANTA

 Nelle parrocchie le celebrazioni della SETTIMANA SANTA avvengano a porte chiuse, in assenza di popolo. Nell’osservanza delle identiche misure e per garantire un minimo di dignità alla celebrazione, accanto al celebrante può essere presente un diacono, un lettore, un cantore, un organista e, eventualmente, gli operatori per la trasmissione via web. Le persone così coinvolte dovranno munirsi di autocertificazione che rechi il giorno e l’ora della celebrazione e l’indirizzo della chiesa dove la celebrazione si tiene, con motivazione “comprovate esigenze lavorative”.

CELEBRAZIONI DEL SANTO PADRE E DEL VESCOVO TRASMESSE

Alla data attuale le celebrazioni del Santo Padre previste sono:

  • Domenica 5 aprile – Santa Messa della Passione del Signore h. 00.
  • Giovedì Santo 9 aprile – Santa Messa della Cena del Signore h. 00.
  • Venerdì Santo 10 aprile – Liturgia della Passione del Signore h. 18.00; Via Crucis h. 00.
  • Pasqua: 11 aprile – Veglia pasquale h. 21.00.
  • Domenica 12 aprile: Santa Messa h. 00.

Le DIRETTE DIOCESANE sono indicate di seguito, giorno per giorno, e saranno trasmesse

Attraverso i SUSSIDI PROPOSTI DAL SERVIZIO DIOCESANO PER LA CATECHESI, che

potete trovare sul sito della Diocesi #stoacasaconTe, sarà possibile partecipare dalle nostre case ai riti della Settimana Santa. Con alcuni video riguardanti la liturgia della Parola del giorno, i riti domestici e brevi catechesi, verremo aiutati a raccoglierci in preghiera per vivere con tutta la Chiesa la passione di Gesù, così come potremo arricchire la nostra preghiera attraverso la Liturgia delle Ore, facilmente accessibile via internet. Per i giorni del Triduo, oltre alla preghiera in famiglia, verranno proposte delle catechesi per i ragazzi

 

DOMENICA DELLA PASSIONE – 5 aprile

 La Commemorazione dell’Ingresso del Signore a Gerusalemme si celebri all’interno dell’edificio sacro e secondo la “Terza forma” del Messale (ingresso semplice).

La benedizione e la distribuzione degli ulivi benedetti vengono rimandate ad una celebrazione successiva, al termine dell’emergenza sanitaria, che assumerà il tono del ringraziamento, richiamando l’evento della fine del diluvio annunciato da una colomba con un ramoscello d’ulivo.

Laddove si pensi ad un qualche segno da lasciare alla popolazione ci si confronti con i Sindaci e le Autorità competenti.

Il Vescovo celebra la S. Messa alle h. 11 (canale il13) dalla Cappella della Curia diocesana. Al termine affiderà la Chiesa diocesana con uno speciale atto di consacrazione ed impartirà la benedizione alla Città di Pordenone.

I giovani in diretta STREAMING vivono la 35° giornata mondiale della gioventù alle h. 16.30.

 

LUNEDI SANTO, MARTEDI SANTO E MERCOLEDI SANTO

 Vista la situazione non è possibile mantenere la tradizionale adorazione delle Quarantore. Attraverso qualche trasmissione si possono raggiungere i fedeli per la celebrazione eucaristica o momenti di preghiera. È utile a tal proposito seguire i sussidi diocesani. Il Vescovo per essere vicino ad alcune categorie particolarmente provate in questo periodo celebrerà in forma privata e teletrasmessa: LUNEDÌ SANTO, 6 APRILE alle h.18 in diretta STREAMING dall’Azienda Savio Macchine Tessili in Pordenone, in comunione con tutti i lavoratori e le lavoratrici.

MARTEDÌ SANTO, 7 APRILE alle h. 11.00 in diretta STREAMING dall’Istituto E. Vendramini in Pordenone, in comunione con il mondo della scuola.

MERCOLEDÌ SANTO, 8 APRILE alle h.11.00 in diretta STREAMING nella sede della Protezione civile in Pordenone, in comunione con tutti i volontari.

MERCOLEDÌ SERA ALLE h. 21.00, seguendo il Vescovo, potremo vivere un momento di PENITENZA E RICONCILIAZIONE, così come Papa Francesco ha suggerito per questo tempo nel quale siamo impediti di muoverci da casa per ricevere l’assoluzione sacramentale. Sarà una Celebrazione penitenziale diocesana che può essere seguita attraverso la televisione (canale il13). In modo particolare viene proposto di trovare un angolo di casa – può essere anche il tavolo dove si mangia, allestito opportunamente per il momento di preghiera – che rappresenti il radunarsi di tutta la famiglia (genitori, figli e nonni) attorno a Cristo vita, cibo e bevanda nostra. In questa celebrazione vogliamo vivere in maniera del tutto speciale un momento di riconciliazione con Dio e tra di noi.

Riportiamo l’Atto di dolore perfetto del Beato Padre Marco d’Aviano che può essere fatto conoscere per invocare il perdono dei peccati.

Io debole creatura ed indegna, prostrato ai tuoi piedi
confesso con intenso dolore e con l’anima piena di confusione
le mie innumerevoli negligenze e peccati, 
che ho commesso nella mia vita. Ti ho offeso, o mio Dio,
Ti ho offeso e mi pento dal profondo del mio cuore.
Nella viva speranza del Tuo santo aiuto,
ho il fermo proposito di morire 
piuttosto che commettere ancora un solo peccato mortale.
Mi dolgo senza fine dei miei peccati, soprattutto per questo:
perché ho offeso Te, mio Dio infinitamente buono e amoroso,
dalla cui lode, ringraziamento e glorificazione
nessuna creatura dovrebbe mai cessare. Amen

 

GIOVEDI SANTO – 9 aprile

 La Messa del Crisma è rinviata ad una data successiva al termine dell’emergenza sanitaria. Il Vescovo manderà comunque a tutti i presbiteri un suo messaggio. La tradizionale raccolta da parte del clero per il Fondo straordinario di solidarietà è rimandata al momento in cui si celebrerà la Messa Crismale. Questo tempo particolare trovi noi presbiteri disponibili e generosi per sostenere casi particolari di necessità.

La Messa nella Cena del Signore viene celebrata in orario vespertino omettendo il gesto della lavanda dei piedi. Al termine non viene fatta la processione e l’Eucaristia si custodisce nel tabernacolo.

Il Vescovo celebra alle h. 20.30 dal Duomo Concattedrale di San Marco Ev. in Pordenone (canale il13).

 

VENERDI SANTO – 10 aprile

 Giornata di digiuno e astinenza in spirito di condivisione. Le celebrazioni della Passione del Signore e della Deposizione si svolgono secondo i Libri liturgici. L’atto di adorazione alla Croce mediante il bacio sia limitato al solo celebrante.

Alla preghiera universale così si preghi alla decima intenzione, quella per i tribolati:

Preghiamo, fratelli carissimi, Dio Padre onnipotente,
perché liberi il mondo dalle sofferenze del tempo presente:
allontani la pandemia del Coronavirus, scacci la fame,
doni la pace, estingua l’odio e la violenza,
conceda salute agli ammalati nelle case e negli ospedali,
forza e sostegno agli operatori sanitari, 
speranza e conforto alle famiglie,
salvezza eterna a coloro che sono morti.

Preghiera in silenzio; poi il sacerdote dice:

Dio onnipotente ed eterno,
conforto di chi è nel dolore,
sostegno dei tribolati,
ascolta il grido dell’umanità sofferente:
salvaci dalle angustie presenti
e donaci si sentirci uniti a Cristo, medico dei corpi e delle anime,
per sperimentare la consolazione promessa agli afflitti.
Per Cristo nostro Signore.

 Le espressioni della pietà popolare e le processioni che arricchiscono questo giorno saranno trasferite ad altra data. Il Vescovo celebra l’azione liturgica del Venerdì santo nella Cappella dell’Ospedale Civile di Pordenone alle h. 15.00 in diretta STREAMING.

Sarebbe opportuno in questa giornata un segno di vicinanza del Signore attraverso un GESTO SIGNIFICATIVO e condiviso dai Parroci che lo desiderano. Alle ore 16.00, dopo la liturgia della Passione, al suono della campana dell’Ave Maria il sacerdote esce di chiesa con il crocifisso e sul sagrato imparte la benedizione speciale a tutte le persone e le famiglie della Parrocchia. I fedeli stando nelle proprie case, accompagnati dal suono della campana, potranno partecipare unendosi in preghiera e mettendo un lume acceso sulla finestra, segno della nostra speranza.

 

VEGLIA PASQUALE – 11 aprile

 Si celebra secondo i Libri liturgici omettendo per l’Inizio della Veglia o Lucernario l’accensione del fuoco: si accende il cero e, senza la processione, si continua con il preconio e la liturgia della Parola. Per la “Liturgia battesimale” si mantiene soltanto il rinnovo delle promesse.

Considerato che il Santo Padre celebra la veglia alle h. 21.00 e anche in molte Parrocchie si celebra intorno a quest’ora, il Vescovo sceglie di celebrare senza trasmettere il rito.

 

DOMENICA DI PASQUA – 12 aprile

La Pasqua del Signore, che celebriamo ogni anno con grande solennità, quest’anno viene celebrata soprattutto con alcuni gesti vissuti in famiglia, piccola chiesa domestica. Tutti sono invitati a unirsi attraverso una delle celebrazioni che vengono trasmesse, a fare la comunione spirituale e a condividere nella festa il pranzo di famiglia. I ragazzi sono invitati a preparare la sala da pranzo con segni di festa, nonostante le fatiche di questi giorni.

Le celebrazioni parrocchiali che vengono trasmesse possano comunicare gioia e speranza, dono del Signore Risorto.

Il Vescovo celebra la Santa Messa nella Cattedrale di Concordia alle h. 11 (canale il13).

Alle h. 12.00 siamo invitati ad unirci in preghiera con il Santo Padre ricevendo la benedizione Urbi et orbi. Alle h. 12.30 il Vescovo invita a suonare per dieci minuti a distesa tutte le campane delle chiese della Diocesi come segno della gioia del Risorto, della comunione della Chiesa diocesana e della preghiera a Dio perché ci liberi da ogni male e ci sostenga.

 

LUNEDI DELL’ANGELO – 13 aprile

 Il Vescovo come segno di vicinanza a tutti i volontari che si sono messi a servizio dei più poveri e bisognosi celebra alle h. 11.00 (canale il13) dalla sede della Caritas diocesana a Casa Madonna Pellegrina in Pordenone.

 

c.       ACCOMPAGNAMENTO PERSONALE E SPIRITUALE DEI FEDELI

In questi giorni particolari siamo a conoscenza che tante persone, a causa dell’essere sempre in casa e del non poter comunicare con gli altri, si trovano in difficoltà sia a livello personale che spirituale.

Cari confratelli nel sacerdozio, vi invito a farvi prossimo e ad essere vicini a queste persone attraverso i mezzi della comunicazione, anche rendendovi presenti per qualche ora in chiesa. Nei casi di necessità, nel massimo rispetto delle disposizioni, portate – se richiesto – il conforto del Viatico e della Santa Unzione.

Invito i fedeli che lo desiderano a mettersi in contatto con i sacerdoti della propria parrocchia per una parola di incoraggiamento e speranza. Ho chiesto ad alcuni sacerdoti delle varie foranie di mettersi a disposizione dei fedeli che lo desiderano per alcuni colloqui telefonici (h. 9.00-12.00; 15.00-18.00).

0434.40030presbiteri Fermo Querin, Ivano Zaupa e Davide Brusadin.
0434.648138presbitero Luca Buzziol
0421.270269presbiteri Natale Padovese, Enrico Facca
0434. 94009presbitero Ruggero Mazzega
0427.909222presbitero Gabriele Cercato
0427.86103presbitero Omar Bianco
0427.77007presbitero Claudio Pagnutti
0427.77007 presbitero Claudio Pagnutti
0421.71414frati Cappuccini di Portogruaro
347.6405627presbitero Dario Donei
0434.644772membri Comunità di Frattina
0434.82195frati Minori di Madonna di Rosa

Carissimi,

queste note sono inviate ai Sacerdoti ai Consacrati e ai Vicepresidenti dei Consigli pastorali, ma vi prego di farle conoscere a tutte le vostre comunità. Con l’augurio di una Santa Pasqua invoco su voi e sulle vostre comunità la benedizione del Signore.

Pordenone, 31 marzo 2020

+ Giuseppe Pellegrini