Storia della parrocchia

Con decreto in data 10 gennaio 1970 (civilmente riconosciuto il 22 agosto 1972) il vescovo Vittorio De Zanche smembrò la parte della zona nord della pieve dei santi Ilario e Taziano ed eresse la parrocchia intitolata a S. Agostino, vescovo e dottore della Chiesa. L’incarico di iniziare l’opera di costruzione della Parrocchia fu dato all’allora cappellano di Torre, don Luigi Ricetto. Don Luigi iniziò questa attività e poi lasciò l’incarico a Mons. Don Gino Pavan.

Agli albori della parrocchia gli incontri venivano fatti di sabato e di domenica, per la messa, in un garage di via Stradelle ed in seguito in una sala messa a disposizione da una famiglia del quartiere.

Nel frattempo si dava inizio al progetto di costruzione della chiesa, con la canonica e l’oratorio. Al termine della costruzione dello scantinato questo venne impiegato per celebrare le prime messe.

Nel 1980, con una celebrazione solenne, fu deposta la prima pietra da parte di Mons. Don Gino Pavan e iniziarono i lavori per la costruzione effettiva della chiesa. Nel 1981 vennero inaugurate le prime costruzioni parrocchiali da parte di S.E. Il Vescovo e contemporaneamente iniziarono le attività del coro parrocchiale, del gruppo Scout, il catechismo, i gruppi “giovani” e “caritas” ed il consiglio parrocchiale. Nacque anche un gruppo per la preparazione della prima festa in onore della parrocchia di Sant’Agostino.

Anche Mons. Don Gino Pavan lasciò l’incarico per raggiunto limite di età e, dopo un periodo con il parroco pro-tempore, don Renato, giunse nella parrocchia, il 3 Marzo 1991, il nuovo parroco, don Claudio Polo. Il nuovo parroco organizzò, rafforzò e sostenne tutte le attività in corso.

La chiesa nel frattempo era diventata troppo piccola per contenere la crescente comunità di Sant’Agostino. Si fecero quindi nuovi progetti per una chiesa più grande. I lavori iniziarono nel 1996. L’8 dicembre 2001 venne inaugurata la chiesa dal Vescovo Mons. Poletto.

Nel mese di Luglio del 2002 venne portata a termine anche la costruzione del campanile e vennero fissate le 3 campane.

Il 3 Marzo 2014 è tornato alla casa di Dio don Claudio Polo ed ora la parrocchia è affidata a Padre Tarcisio Candian.