ASSISI: GIOVANISSIMI E FAMIGLIE
17 settembre 2017
24/09/2017
24 settembre 2017

PERDONARE COME GESU’

Il vangelo di oggi ci invita a fare del perdono una scelta di vita, cioè a essere sempre e con tutti disponibili a perdonare. Come Dio. Come Gesù.

Questa scelta significa impegnarsi a essere persone che guardano la realtà e le persone con occhio buono, capaci di scorgere sempre uno spiraglio di bene anche in quelle più sbagliate, e nella azioni più negative, senza lasciarsi riempire gli occhi unicamente dalla prepotenza del male. Scegliere di vivere perdonando, non vuol dire confondere il male con il bene, ma distinguere il male dalla persona che l’ha compiuto.

Fare del perdono una scelta di vita vuol dire rifiutare il fariseismo che condanna gli altri e assolve se stessi.

Perché fare questa scelta?

La prima e più importante motivazione è che essa ci rende persone vere davanti a Dio e ai fratelli, perché qualunque sia il debito che gli altri hanno nei nostri confronti, è sempre di cinquanta denari, rispetto a quello di cinquecento che noi abbiamo con il Signore. Perciò non abbiamo mai un motivo valido per non perdonare.

La seconda – ma forse per noi umanamente più convincente – è che guardare la realtà con occhi buoni e cuore aperto, impegnandosi a “vincere il male con il bene” (Rm 12,21) è l’unica strada per una vita buona, positiva, costruttiva, salvata dall’astio, dal livore, dalla recriminazione, dalle contrapposizioni violente, dalla rabbia: tarli che rendono la vita non un dono per cui ringraziare e gioire, ma un frutto amaro da trangugiare.